Le conoscenze acquisite attraverso la nostra attività di ricerca sul meccanismo delle lesioni tissutali indotte dalle sostanze chimiche ci hanno permesso di sviluppare questa soluzione tecnologica per il lavaggio di emergenza in caso di contatto accidentale con sostanze chimiche.

In tutte le situazioni in cui sussiste un rischio di esposizione cutanea o oculare a una sostanza chimica, la prevenzione e l’installazione di soluzioni di primo soccorso sono essenziali. In caso di incidente, è possibile utilizzare la soluzione Diphotérine® per la decontaminazione di emergenza.

L’Agenzia europea delle sostanze chimiche (ECHA) ha registrato oltre 75.000 sostanze corrosive, irritanti o sensibilizzanti per la pelle, gli occhi o le vie respiratorie. Queste sostanze possono causare gravi lesioni, che possono essere limitate con l’uso della soluzione Diphotérine® durante il primo soccorso.

Dal punto di vista storico, il lavaggio d’emergenza con acqua ha rappresentato un primo e decisivo passo in avanti nella decontaminazione a seguito di contatti accidentali con sostanze chimiche. Usare però l’acqua come soluzione di primo soccorso ha i suoi limiti.

I prodotti Prevor non contengono alcun fosfato.

La presenza di fosfati in una soluzione ne impedisce l’uso su determinate sostanze (per esempio calce, cemento, ecc.). Alcuni studi hanno dimostrato che, in determinati casi, i fosfati possono causare degli effetti collaterali. Al fine di offrire soluzioni universali, Prevor ha sempre lavorato senza fosfati.

La soluzione Diphotérine® è una soluzione per il lavaggio di emergenza in caso di contatto accidentale con sostanze chimiche. È destinata all’uso sul corpo umano durante il primo soccorso. Se utilizzata rapidamente in caso di schizzi o di contatto oculare o cutaneo con una sostanza chimica permette di limitare l’estensione delle ustioni e delle lesioni provocate.

La soluzione Diphotérine® è un dispositivo medico di classe IIa ai sensi della direttiva 93/42/CEE. Può essere usata sulla pelle lesionata e agisce sulla sostanza chimica per arrestare la reazione della sostanza con il tessuto e ridurre al minimo i danni causati.[1] La soluzione Diphotérine® può essere usata in tutta sicurezza.[2] Nella soluzione Diphotérine® è garantita l’assenza di fosfati. Le sue caratteristiche fisiche e chimiche permettono la decontaminazione se degli schizzi di sostanze chimiche finiscono sulla pelle o negli occhi.

La soluzione Diphotérine® non costituisce un trattamento per le lesioni chimiche già avvenute. È una soluzione per il lavaggio d’emergenza volto a rimuovere le sostanze chimiche finite negli occhi o sulla pelle.

La soluzione Diphotérine® è una soluzione per il lavaggio di emergenza in caso di contatto accidentale con sostanze chimiche. Grazie alle sue proprietà fisiche e chimiche è possibile utilizzarla per effettuare lavaggi in caso di contatto accidentale con delle sostanze chimiche.

Sono quattro le caratteristiche che ne determinano l’azione sulle sostanze chimiche.

  1. La soluzione Diphotérine® è polivalente:
    • Le sue proprietà fisiche e chimiche la rendono utile per rimuovere molte famiglie di sostanze chimiche (acidi, basi, agenti ossidanti, riducenti, alchilanti o chelanti e solventi).
    • Nella soluzione Diphotérine® è garantita l’assenza di fosfati.
  2. La soluzione di Diphotérine® è liquida: Permette così di effettuare un efficace lavaggio meccanico volto a rimuovere la sostanza chimica dalla superficie oculare o cutanea.

    • In caso di schizzi, la sostanza chimica va a depositarsi sulla superficie del tessuto. Non penetra istantaneamente e completamente nella pelle o nell’occhio. Parte della sostanza chimica rimane pertanto sulla superficie. Il trascinamento meccanico tramite lavaggio con una soluzione liquida serve a rimuovere la sostanza dalla superficie del tessuto. Così, la sostanza non potrà più reagire con la pelle o l’occhio, creando un’ustione. Il lavaggio meccanico è l’effetto principale della decontaminazione d’emergenza a seguito di contatti accidentali con sostanze chimiche effettuato con la soluzione Diphotérine®.
    • L’irrigazione dell’area contaminata con una quantità elevata di soluzione liquida Diphotérine® permette anche di diluire la sostanza chimica. Una sostanza chimica meno concentrata sarà meno aggressiva per il tessuto. Questo effetto fisico aggiuntivo è di minore portata rispetto al lavaggio meccanico che porta alla rimozione della sostanza chimica.
  3. La soluzione Diphotérine® limiterà la penetrazione della sostanza chimica nel tessuto – Le sostanze chimiche penetrano rapidamente nella pelle o nell’occhio, creando lesioni profonde.
    • La soluzione Diphotérine® è una soluzione ipertonica: ha una pressione osmotica superiore a quella della pelle e dell’occhio. Questo limita la penetrazione della sostanza chimica nei tessuti
  4. La soluzione Diphotérine® può rendere innocua una sostanza chimica inizialmente aggressiva.
    • La soluzione Diphotérine® contiene una molecola anfotera e chelante. I siti di questa molecola che sono reattivi sotto il profilo chimico potranno reagire con sostanze chimiche corrosive o irritanti e quindi impedire loro di reagire con gli elementi biologici dei tessuti. Grazie a questa proprietà supplementare, il lavaggio permette un ritorno più rapido a uno stato fisiologico accettabile

[1] Cavallini, Annals of Burns and Fire disasters 2004, vol XVII-2, 84-87 et Cavallini, European Journal of Anaesthesiology 2004, 21, 389-392

[2] Hall, A. H.; Cavallini, M.; Mathieu, L.; Maibach, H. I. M. Cutaneous and Ocular Toxicology, 2009, 28 (4), 149-156