Il rischio chimico domestico: le capsule idrosolubili di detersivo

le capsule idrosolubili di detersivo

Il 17 giugno 2014, il ministero della salute francese ha pubblicato un avvertimento contro l’esposizione alle dosi idrosolubili di detersivo liquido per informare e fornire raccomandazioni su questo problema di salute pubblica.1 Tale avvertimento ha fatto seguito alla pubblicazione da parte del centro antiveleni e di tossico vigilanza di uno studio epidemiologico su questo argomento, nel quale viene messo in evidenza il rischio di lesioni chimiche e bruciature per ingestione di queste dosi da parte dei bambini.2

Cos’è una capsula idrosolubile di detersivo?

Le capsule (dosi o monodosi) idrosolubili di detersivo sono costituite da un involucro idrosolubile contenente detersivo liquido.

In generale, sono di piccole dimensioni e hanno colori attraenti per i bambini. Così, questi le scambiano facilmente per caramelle e le mettono in bocca. Le capsule contengono in media tra 15 e 32 ml di detersivo liquido.

Il detersivo contenuto presenta una forte concentrazione di agenti tensioattivi (intorno a 2 o 3 volte in più rispetto ai detersivi classici). Il loro pH è leggermente basico (circa 8). Queste capsule sono commercializzate in Francia dal 2005 e negli Stati Uniti dal 2010.

Il pericolo chimico rappresentato da queste capsule idrosolubili di detersivo

L’involucro è concepito per rompersi a contatto con l’acqua allo scopo di liberare il detersivo. Così quando un bambino mette una di queste capsule in bocca, l’involucro si disgrega entrando in contatto con la saliva. La rottura dell’involucro è facilitata dalla pressione interna della capsula dovuta alle modalità di fabbricazione e alla pressione che il bambino esercita sulla capsula.
Il detersivo viene quindi liberato ed entra in contatto con la mucosa orale o con l’esofago e lo stomaco, se il bambino ingerisce il prodotto. Parte del prodotto può anche essere proiettato negli occhi del bambino ed entrare in contatto con la sua pelle.
Il detersivo contenuto in queste capsule è un prodotto chimico generalmente irritante o corrosivo, specialmente in caso di contatto prolungato. Infatti, i tensioattivi contenuti nel detersivo reagiscono con le mucose e con la pelle e provocano irritazioni e lesioni.
Se si confrontano le esposizioni accidentali ai detersivi liquidi classici e i detersivi contenuti nelle capsule idrosolubili, il detersivo contenuto nelle dosi idrosolubili provoca significativamente più lesioni digestive, oculari e respiratorie.

Gli incidenti legati a un’esposizione accidentale alle dosi idrosolubili di detersivo, qualche cifra

Uno studio epidemiologico su questo argomento è stato condotto tra il 2005 e il 2012 dai centri antiveleno e di tossico vigilanza.2
I risultati riferiti nel rapporto di studio (collegamento) sono i seguenti:

  • 7562 esposizioni accidentali al detersivo contenuto nelle capsule sono state segnalate tra il 2005 e il 2012
  • 104 casi gravi di esposizione hanno provocato complicanze respiratorie gravi o lesioni oculari (83 casi di cheratite)
  • il 92% dei casi riguarda bambini di meno di 5 anni
  • il 7% dei bambini interessati ha meno di 1 anno
  • nell’86% dei casi, la via di esposizione è orale
  • 2 volte più casi di esposizioni accidentali a questi detersivi che ai detersivi classici.

Quali sono i sintomi delle ustioni?

In funzione alle zone di contatto del prodotto e alla durata della contaminazione, i sintomi possono essere molto variabili.

  • Sintomi digestivi: vomito, irritazione, lesione delle mucose orali ed esofagee
  • Sintomi respiratori: tosse, difficoltà respiratorie, infezioni
  • In caso di contatto con gli occhi: congiuntiviti, lesioni della cornea
  • In caso di contatto con la pelle: irritazione, lesioni chimiche

Quali precauzioni bisogna prendere per prevenire questo rischio chimico?

I prodotti domestici pericolosi devono essere tenuti fuori dalla portata dei bambini.

La maggior parte dei prodotti domestici sono corrosivi e irritanti. L’etichetta sui flaconi informa del pericolo rappresentato da ciascun prodotto. I prodotti detergenti e i detersivi possono quindi provocare bruciature e lesioni chimiche quando entrano in contatto con la pelle, gli occhi o le mucose (specialmente per ingestione).

Gli industriali prendono misure che mirano a rendere sicuri l’impiego e l’immagazzinamento di queste capsule di detersivo liquido al fine di limitarne gli incidenti. Hanno modificato le capsule per renderle meno attraenti e più difficili da rompere. Hanno rinforzato le chiusure degli imballaggi delle capsule.

Secondo il ministero della salute francese, potrebbero essere prese delle misure normative a livello europeo a questo proposito.

Cosa fare in caso di intossicazione con una capsula idrosolubile di detersivo?

Il tempo di contatto del prodotto chimico (detersivo) con il tessuto è un fattore aggravante della lesione provocata. Più tempo il tessuto resterà in contatto con il prodotto, più gravi saranno le lesioni. Il lavaggio e la decontaminazione devono essere effettuati il più velocemente possibile.

In caso di intossicazione con il detersivo contenuto nelle capsule idrosolubili, il ministero raccomanda di agire in base alle raccomandazioni seguenti in funzione della zona colpita.

  • In caso di contatto con la pelle: spogliare la vittima, se necessario, e sciacquare immediatamente e abbondantemente per una decina di minuti.
  • In caso di contatto con la bocca e le mucose orali: pulire bene la bocca con un guanto da bagno o un panno pulito umido per eliminare al massimo il prodotto. Evitare le bevande per due ore ma dare da mangiare una composta di frutta, un budino, del pane o dei biscotti per assorbire il prodotto e tappezzare la mucosa digestiva.
  • Se il prodotto è stato proiettato in un occhio: lavare l’occhio sotto un filo d’acqua, possibilmente tiepida, anche sotto le palpebre, per una decina di minuti.

È comunque raccomandato rivolgersi a un medico. In caso di difficoltà respiratorie, chiamare subito il 118.

Il 10 novembre 2014, questo argomento è stato trattato in un articolo sul giornale Figaro Santé e sulla rivista Challenges: La lessive en berlingots, source d'accidents domestiques; Les berlingots de lessive dangereux pour les enfants [Il detersivo in caramelle, fonte di incidente domestici; Le caramelle di detersivo pericolose per i bambini]

Ulteriori informazioni sui rischi chimici in casa: Detergenti e pericoli chimici